spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘tempo’

Il tempo


Il tempo è ciò che l’uomo è sempre intento a cercare d’ammazzare, ma che alla fine ammazza lui.

(Herbert Spencer)

Il tempo che si riempie di persone ci tiene in vita, il tempo che si riempie di cose ci ammazza!

Annunci

Perdere tempo

tempoperso
Se il tempo fosse oro… potresti anche permetterti di perderlo.
Ma il tempo è vita, e tu non sai quanta te ne resta.
(San Josemaria Escrivà de Balaguer)

Perdere tempo è perdere un po’ la tua vita…

Si perde tempo quando non si ama.

Quando ti prendi cura delle persone non è tempo perso, è tempo guadagnato! Per la tua vita, per la tua felicità!

Non ho tempo

Amare significa anche avere tempo. Chi ama, non tiene il proprio tempo solamente per sé; nel suo tempo si inserisce l’altro. Chi ama ha, per così dire, un’agenda, uno scadenziario particolare. Vuole avere più tempo possibile per l’altro.

(Klaus Hemmerle)

Chi dice che non ha tempo per te, non ha tempo neanche per sé.

Tempo pieno

“Il tempo è denaro”, dice un proverbio e bisogna darsi da fare perché fruttifichi al massimo! Il proverbio latino corrispondente è il carpe diem: afferra l’attimo fuggente! “Quant’è bella giovinezza / che si fugge tuttavia / Chi vuol essere lieto sia: / di doman non c’è certezza”.[3]
Insomma, se il tempo fugge, inseguiamolo senza tregua, per averne il più possibile a nostro vantaggio. Se ci incalza, affrontiamolo con foga, in modo da ricavarne tutte le soddisfazioni possibili prima di esserne sconfitti. Se ci svuota di energie, preveniamolo con astuzia, stipandolo di bene e di benessere senza perdere neppure un istante. Sono tanti i modi di riempire il tempo per illudersi di possederlo.

(Card. Carlo Maria Martini)

Non pensare a come riempire il tuo tempo…

Pensa a come riempire la tua vita.

Non ho tempo

La parola “Non ho tempo” la diciamo e l’ascoltiamo così spesso che ci pare come un condensato dell’esperienza comune. Noi abbiamo un’acuta percezione della sproposizione tra il tempo che abbiamo e le sempre più numerose opportunità a nostra disposizione, e insieme le molteplici scadenze, urgenze, attese che ci incalzano. Ma se potessimo dilatare a dismisura il nostro tempo, se potessimo avere, come talora ci capita di desiderare, una giornata di quarantotto ore invece di ventiquattro, la nostra inquietudine si placherebbe? Certo, riusciremo a fare molte più cose (almeno lo pensiamo). È però questo ciò di cui abbiamo bisogno? Non credo. L’ansia che ci prende al pensiero dello scorrere del tempo non dipende dal numero delle ore che abbiamo a disposizione. (Card. Carlo Maria Martini)

Bellissima riflessione… meriterebbe spendere un po’ di tempo per meditare queste profondissime parole. Sicuramente non sarebbe una perdita di tempo.

Il dono del tempo

Dalla Prima Lettura di oggi (Qo 3,1-11):
Tutto ha il suo momento, e ogni evento ha il suo tempo sotto il cielo.
C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare quel che si è piantato.
Un tempo per uccidere e un tempo per curare,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per fare lutto e un tempo per danzare.
Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per conservare e un tempo per buttar via.
Un tempo per strappare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace.
Che guadagno ha chi si dà da fare con fatica?
Ho considerato l’occupazione che Dio ha dato agli uomini perché vi si affatichino. Egli ha fatto bella ogni cosa a suo tempo; inoltre ha posto nel loro cuore la durata dei tempi, senza però che gli uomini possano trovare la ragione di ciò che Dio compie dal principio alla fine.

Quella che Qoelet ci offre in questo brano è una stupenda meditazione poetica sul tempo dell’uomo, su questo mistero che accompagna l’esistenza umana dal suo primo apparire nel mondo fino alla morte. In questa rassegna, sfilano i tempi dell’uomo con un ritmo implacabile e inarrestabile, ma anche monotono e apparentemente predeterminato; eppure su di essi si leva la domanda radicale di senso da parte del nostro saggio, portavoce di un’umanità inquieta e in cerca di senso. Una pagina dunque di straordinaria potenza, quanto mai moderna, che ci interroga e interpella.
(Priotto M.)

Il tempo è la perenne novità del dono che l’Eterno fa alla creatura dell’esistenza, dell’energia e della vita, l’atto della continua creazione, l’eternità che si proietta nello spazio: esso è la partecipazione allo spazio creato del dinamismo dell’amore eterno, l’inserzione dell’esteriorità del mondo nell’interiorità di Dio, l’atto sempre nuovo per il quale ciò che è avvenuto nel primo mattino degli esseri si compie ed è accolto in ogni istante del loro esistere.
(Bruno Forte)

Oggi non si ha più tempo per niente, neanche per pensare a che dono immenso sia il tempo.

Il tempo

Il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere.
(Teofrasto)

E’ il tempo che tu hai speso per la tua rosa che ha fatto la tua rosa cosi’ importante.
(Il Piccolo Principe)

E tu per chi spendi il tuo tempo?