spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘S.Giovanni Crisostomo’

Mani operose

I calli alle mani possono essere il segno di un più grande tatto dello spirito.
(Fabrice Hadjadj)

Ogni giorno e specialmente la domenica, davanti a me molte mani si aprono all’accoglienza del Corpo di Gesù. Vedo mani curate, mani sofferenti, mani piccole e mani grandissime, poi capita di vedere mani callose di chi ha tanto lavorato e alzando gli occhi incroci lo sguardo profondo di chi sa spendere la vita per gli altri senza aver paura della fatica…penso a San Giuseppe alle sue mani che hanno accarezzato Gesù, mani che sapevano di lavoro. Credo che Gesù si trovi a proprio agio in quelle mani che hanno il sapore di una vita per gli altri, per la famiglia.

Adesso molte mani rimangono inoperose, per la mancanza di lavoro, Signore ti affidiamo questo momento di crisi, fa che ci si possa risollevare, per dare dignità a quei papà che vorrebbero tanto avere le mani impegnate e il cuore felice.

Questa è la mia fame

Vuoi onorare il corpo di Cristo? Dopo averlo onorato in chiesa, non disprezzarlo quando è coperto di stracci fuori della porta della chiesa. Colui che ha detto “questo è il mio corpo” ha detto anche “questa è la mia fame”. Che importa che la mensa del Signore scintilli di calici d’oro, mentre lui muore di fame? Che senso ha offrirgli porpora e oro, e rifiutargli un bicchiere d’acqua? Rendi bella la casa del Signore, ma non disprezzare il mendicante, perché il tempio di carne di questo fratello è più prezioso del tempio di pietre.
(S.Giovanni Crisostomo)

Gesù non ha fame delle nostre preghiere, dei nostri inchini o dei nostri canti, Gesù ha fame di noi!
Come possiamo sfamare il Signore? Offrendo la nostra vita al servizio dei fratelli, specialmente i più poveri.
Se ci nutriamo del corpo di Cristo, sentiamo vivo dentro di noi, di nutrire anche il fratello bisognoso.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: