spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘redenzione’

Gesù e il suo giardino


Cristo, re dei cieli e vero agricoltore, venendo verso l’umanità, devastata dal peccato, prese un corpo umano, e, portando la croce come strumento di lavoro, dissodò l’anima arida e incolta, ne strappò via le spine e i rovi degli spiriti malvagi, divelse il loglio del male e gettò al fuoco tutta la paglia dei peccati.
(San Macario)

Gesù è venuto a trasformare il nostro cuore in un giardino dove poter seminare semi di bontà, di verità e di giustizia.

Dobbiamo impegnarci a custodire il nostro cuore come giardino prezioso del Signore. Avere la pazienza di togliere le erbacce (il loglio) ogni giorno, perché un buon contadino sa che l’orto se è curato quotidianamente, le erbacce sono più tenere da estirpare e non prendono il sopravvento…

Avvicinarsi


L’uomo che vuol comprendere se stesso fino in fondo deve, con la sua inquietudine e incertezza ed anche con la sua debolezza e peccaminosità, con la sua vita e morte, avvicinarsi a Cristo. Egli deve, per così dire, entrare in Lui con tutto se stesso, deve «appropriarsi» ed assimilare tutta la realtà dell’Incarnazione e della Redenzione per ritrovare se stesso.
(Papa Giovanni Paolo II, Redemptor Hominis)

Per avvicinarsi a Cristo, non c’è bisogno di mettere da parte la debolezza e la fragilità della nostra vita, perché è proprio quello il luogo in cui Gesù ha voluto incontrarci, è proprio quello il luogo in cui è venuto a salvarci.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: