spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘Povertà’

Giornata Mondiale del rifiuto della miseria


Il 17 ottobre ricorre la giornata mondiale del rifiuto della miseria. Questa ricorrenza è stata indetta, per la prima volta, nel 1987, a Parigi, quando centomila persone che volevano difendere i diritti umani di ogni paese, condizione e origine, diretti dal padre Joseph Wresinski, si riunirono sul Sagrato dei Diritti dell’Uomo, al Trocadéro.

Nel 1992 l’ONU diede ufficialità alla ricorrenza e da quell’anno, sempre il 17 ottobre, si ricorda quest’evento. Il padre Wresinski sintetizzò il senso di questa ricorrenza con queste parole: “Laddove gli uomini sono condannati a vivere nella miseria, i diritti dell’uomo sono violati. Unirsi per farli rispettare è un dovere sacro”.

Quando non si ha niente si è poveri, quando non si è considerati da nessuno si è miseri.

La misericordia, l’accorgersi del fratello bisognoso, si faccia spazio nell’indifferenza di questo mondo.

Annunci

L’abbraccio

La natura umana portava il Verbo di Dio,
ma era il Verbo che sosteneva la natura umana.

S.Ireneo di Lione

Gesù si lascia prendere in braccio, per abbracciare le nostre povertà.

Guadagnare la vita


Così facilmente s’acquisterebbe il vivere, se il desio di accumulare denari non impoverisse gli altri.
(S.Tommaso Moro)

L’importante è guadagnarsi la vita senza rubarla agli altri.

Poveri in ginocchio


Se voi pensaste e comprendeste bene quale personaggio rappresentano i poveri, di continuo li servireste in ginocchio.

(San Giuseppe Benedetto Cottolengo)

Davanti ad un povero bisognerebbe mettersi in ginocchio, non metterlo in ginocchio.

Digiuno perché mi venga fame


In Quaresima, un consiglio per la conversione è il digiuno.

C’è chi digiuna perché non ha da mangiare… il mio digiuno sia allora anche un accorgermi del dono del cibo abbondante della mia tavola, che non va sprecato. Aiutami Signore mentre digiuno ad avere fame di giustizia, perché un fratello che non ha da mangiare non può lasciarmi indifferente.

I poveri aumentano


I poveri aumentano a più non posso e si vorrebbe poter allargare le braccia per accoglierne tanti sotto le ali della Divina Provvidenza.
(Beata Teresa Grillo Michel)

I poveri aumentano, speriamo aumentino anche coloro che se ne prendono cura.

Un Dio amabile


Interrogate gli abitanti di Betlemme su quel che essi pensano. Se questo bambino abitasse in un palazzo circondato da prìncipi, gli farebbero la corte; ma domandate a Maria, a Giuseppe, ai Magi, ai pastori: essi vi diranno che trovano in questa povertà estrema un non so che per cui Dio appare più grande e più amabile ai loro occhi.

(Jean-Pierre de Caussade)

Gesù ha scelto la povertà come luogo in cui nascere, perché sapeva che proprio lì, nella povertà, avrebbe incontrato l’uomo capace di amarlo.