spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘persecuzione’

Lottare contro i pregiudizi


Ieri siamo arrivati in Polonia, per vivere insieme a tanti giovani l’esperienza della G.M.G.
La prima tappa del nostro pellegrinaggio è stato il campo di concentramento di Auschwitz. Mi ha impressionato quel silenzio assordante, molti avrebbero volentieri voluto chiudere gli occhi, di fronte a tanta cattiveria… invece dobbiamo tener gli occhi ben aperti, per vedere il disastro che l’uomo può combinare, quando reputa la vita di un altro uomo senza valore!

Sono d’accordo con le parole del papà di Anna Frank, non possiamo cambiare quello che è successo, ma possiamo e dobbiamo impegnarci perché mai più succeda che l’uomo possa distruggere l’uomo.
Non possiamo più cambiare quello che è avvenuto. L’unica cosa che possiamo fare è imparare dal passato e comprendere cosa voglia dire discriminare e perseguitare persone innocenti. Sono convinto che ognuno di noi abbia il dovere di lottare contro i pregiudizi”.
(Otto Frank)

Per tutte le vittime innocenti, di ieri e di oggi.
Per tutti coloro che sono perseguitati a causa della loro posizione sociale, della loro religione, del colore della pelle…

Martiri

Dalla prima lettura di oggi (At 8,1b-8): In quel giorno scoppiò una violenta persecuzione contro la Chiesa di Gerusalemme; tutti, ad eccezione degli apostoli, si dispersero nelle regioni della Giudea e della Samarìa.Uomini pii seppellirono Stefano e fecero un grande lutto per lui. Sàulo intanto cercava di distruggere la Chiesa: entrava nelle case, prendeva uomini e donne e li faceva mettere in carcere. Quelli però che si erano dispersi andarono di luogo in luogo, annunciando la Parola. Filippo, sceso in una città della Samarìa, predicava loro il Cristo. E le folle, unanimi, prestavano attenzione alle parole di Filippo, sentendolo parlare e vedendo i segni che egli compiva. Infatti da molti indemoniati uscivano spiriti impuri, emettendo alte grida, e molti paralitici e storpi furono guariti. E vi fu grande gioia in quella città.

«Ho pianto quando ho visto sui media la notizia di cristiani crocifissi in un certo Paese non cristiano. Anche oggi c’è questa gente che, in nome di Dio, uccide, perseguita. E anche oggi vediamo tanti che, come gli apostoli, sono lieti di essere stati giudicati degni di subire oltraggi per il nome di Gesù». (Papa Francesco)

Oggi voglio ricordare tutti i fratelli cristiani perseguitati e uccisi.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: