spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘martiri’

Il fiore più bello di tutti

Il fiore che sboccia nelle avversità è il più raro e il più bello di tutti.
(Mulan- Disney)

Certo un fiore in mezzo ad un campo di fiori, lo si nota meno di un fiore che nasce tra le rocce o in una crepa dell’asfalto.

Penso ai nostri fratelli cristiani, che vivono e danno la vita nei paesi dove il Cristianesimo è perseguitato.

Penso ai santi che si sono consumati nelle periferie delle metropoli o nei paesi abbandonati da tutti.

La cosa più bella è che questi fiori non appassiscono mai, mentre noi molte volte ci scoraggiamo, siamo stanchi della routine, rimaniamo senza linfa, forse perché la comodità piano piano ci addormenta, ci insipidisce.

Grazie Signore perché nel giardino del tuo Regno, non fai mai mancare bellissimi fiori, che ci spronano a vivere una vita bella e piena e fa che siano sempre meno rari.

S.Lorenzo

Le stelle cadenti sono la dimostrazione che si può essere bellissimi soprattutto quando si cade. (Cit.)

Ho trovato questa citazione, adattissima a S.Lorenzo e a tutti i martiri, sapere con quale fierezza abbiano accolto il martirio, con quale fede, fa di loro persone splendide… stanotte mentre cadono le stelle penserò a tutti quei martiri che ancora oggi cadono a causa della malvagità di alcune persone. Illuminano la notte della Chiesa, la loro fede ci aiuta a credere e a sperare nella vita eterna!

Il desiderio è quello di costruire, insieme a tutti gli uomini, un mondo dove regni la pace, il rispetto e l’amore.

Oscar Romero Beato

« Un vescovo potrà morire, ma la Chiesa di Dio, che è il popolo, non perirà mai. »

Trentacinque anni fa veniva ucciso Oscar Romero, vescovo in America Latina a San Salvador.
Papa Francesco, con proprio decreto del 3 febbraio 2015, ha riconosciuto il martirio in odium fidei di monsignor Romero, che verrà elevato alla gloria degli altari, come beato, in una solenne celebrazione in San Salvador, il 23 maggio 2015.

Caro Vescovo Oscar, il tuo ricordo è vivo ancora oggi, la beatificazione non rende te un vescovo migliore, ma aiuta molto noi a camminare per essere migliori, ci ricorda che qualcuno è riuscito davvero a dare la sua vita per testimoniare l’amore di Gesù. Ringraziamo la Chiesa che per non lasciarci nel buio dei nostri limiti, ci accompagna con la luce dei martiri, che continuamente illuminano la Chiesa.

Il 23 Maggio una nuova luce splenderà, aiutaci sempre a vivere la Giustizia, come la vivevi tu!

Martiri

Dalla prima lettura di oggi (At 8,1b-8): In quel giorno scoppiò una violenta persecuzione contro la Chiesa di Gerusalemme; tutti, ad eccezione degli apostoli, si dispersero nelle regioni della Giudea e della Samarìa.Uomini pii seppellirono Stefano e fecero un grande lutto per lui. Sàulo intanto cercava di distruggere la Chiesa: entrava nelle case, prendeva uomini e donne e li faceva mettere in carcere. Quelli però che si erano dispersi andarono di luogo in luogo, annunciando la Parola. Filippo, sceso in una città della Samarìa, predicava loro il Cristo. E le folle, unanimi, prestavano attenzione alle parole di Filippo, sentendolo parlare e vedendo i segni che egli compiva. Infatti da molti indemoniati uscivano spiriti impuri, emettendo alte grida, e molti paralitici e storpi furono guariti. E vi fu grande gioia in quella città.

«Ho pianto quando ho visto sui media la notizia di cristiani crocifissi in un certo Paese non cristiano. Anche oggi c’è questa gente che, in nome di Dio, uccide, perseguita. E anche oggi vediamo tanti che, come gli apostoli, sono lieti di essere stati giudicati degni di subire oltraggi per il nome di Gesù». (Papa Francesco)

Oggi voglio ricordare tutti i fratelli cristiani perseguitati e uccisi.