spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘Lourdes’

Nostra Signora di Lourdes


Maria, tu sei apparsa a Bernadette nella fenditura
di questa roccia.
Nel freddo e nel buio dell’inverno,
hai fatto sentire il calore di una presenza,
la luce e la bellezza.

Nelle ferite e nell’oscurità delle nostre vite,
nelle divisioni del mondo dove il male è potente,
porta speranza e ridona fiducia!

Tu che sei l’Immacolata Concezione,
vieni in aiuto a noi peccatori.
Donaci l’umiltà della conversione,
il coraggio della penitenza.
Insegnaci a pregare per tutti gli uomini.

Guidaci alle sorgenti della vera Vita.
Fa’ di noi dei pellegrini in cammino dentro la tua Chiesa.
Sazia in noi la fame dell’Eucaristia,
il pane del cammino, il pane della Vita.

In te, o Maria, lo Spirito Santo ha fatto grandi cose:
nella sua potenza, ti ha portato presso il Padre,
nella gloria del tuo Figlio, vivente in eterno.
Guarda con amore di madre
le miserie del nostro corpo e del nostro cuore.
Splendi come stella luminosa per tutti
nel momento della morte.

Con Bernadette, noi ti preghiamo, o Maria,
con la semplicità dei bambini.
Metti nel nostro animo lo spirito delle Beatitudini.
Allora potremo, fin da quaggiù, conoscere la gioia del Regno
e cantare con te:
Magnificat!

Gloria a te, o Vergine Maria,
beata serva del Signore,
Madre di Dio,
Tempio dello Spirito Santo!

Si parte per Lourdes

Questa mattina presto con un gruppo di giovani della mia parrocchia partiamo per vivere il pellegrinaggio diocesano a Lourdes. Come sempre tempo di Grazia per chi col cuore e lo sguardo si mette in cammino.

Il tema che accompagnerà i pellegrini sarà il versetto evangelico:

«Beati voi poveri, perché vostro è il Regno dei Cieli».

La povertà materiale, oggi, sta provocando lo spostamento di interi popoli. La povertà spirituale, talora, induce i giovani a scegliere la morte. La miseria subita è umiliante e disumanizza. La ricchezza che rifiuta la condivisione, degrada e corrompe. Il Vangelo non promuove la rivoluzione sociale, ma rivoluziona solamente i cuori. Il maestro si fa schiavo e lava i piedi ai più poveri. Non è un semplice capovolgimento della situazione, i due si scoprono fratelli, amati dallo stesso Padre, animati dallo stesso cuore.

VI Domenica del Tempo Ordinario (B)


Un cuore guarito

Dal Vangelo di oggi (Mc 1,40-45)

In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

La VI Domenica del Tempo Ordinario (B) quest’anno viene celebrata nel giorno in cui si fa memoria delle apparizioni avvenute nella grotta di Massabielle a Lourdes.

Un dono in più per capire il senso più profondo di questo episodio evangelico.

Tutte le volte che sono stato a Lourdes ho capito che il miracolo più bello era quello che avveniva nel cuore delle persone.

A Lourdes non ci si sente soli! Soprattutto nella propria sofferenza, nella propria solitudine, nella fatica quotidiana di una vita che molte volte si fa estremamente dura.

Il miracolo più grande è tornare col cuore guarito.

Una volontaria, che incontrai anni fa mi disse che pensava che i miracoli fossero riservati ai soli ammalati. Si è accorta invece che Lourdes aveva guarito lei. Si sentiva una donna inutile e tiepida. Era venuta a Lourdes perché un’amica aveva tanto insistito. Ha riscoperto invece la gioia di sentirsi importante per qualcuno, la gioia del servizio. Tornata si prese l’impegno tutte le settimane di fare servizio al Cottolengo, e questo le cambiò decisamente in meglio la vita.

Conosco tante altre storie di cuori guariti… storie belle, storie di cuori purificati. L’esperienza più bella per me a Lourdes è l’ascolto delle Confessioni… Quanta Grazia! I cuori di pietra che diventano cuori di carne.

È la fede che guarisce il lebbroso, lui sa che Gesù ha il potere di cambiare in meglio la sua vita!

Lui escluso da tutti, ma non dall’amore del Signore.

Va’, invece, a mostrarti al sacerdote… la guarigione del lebbroso è anche una lezione per il sacerdote… Nessuno deve venire escluso! L’amore per il prossimo è caratteristica fondamentale di ogni uomo di fede.

Crea in me o Dio un cuore puro
Rinnova in me una spirito saldo
(Salmo 50)

Schiaffo

Dalla prima lettura (Is 50,4-9):

Il Signore Dio mi ha dato una lingua da discepolo,
perché io sappia indirizzare
una parola allo sfiduciato.
Ogni mattina fa attento il mio orecchio
perché io ascolti come i discepoli.
Il Signore Dio mi ha aperto l’orecchio
e io non ho opposto resistenza,
non mi sono tirato indietro.
Ho presentato il mio dorso ai flagellatori,
le mie guance a coloro che mi strappavano la barba;
non ho sottratto la faccia
agli insulti e agli sputi.
Il Signore Dio mi assiste,
per questo non resto svergognato,
per questo rendo la mia faccia dura come pietra,
sapendo di non restare confuso.
È vicino chi mi rende giustizia:
chi oserà venire a contesa con me? Affrontiamoci.
Chi mi accusa? Si avvicini a me.
Ecco, il Signore Dio mi assiste:
chi mi dichiarerà colpevole?

Oggi la Chiesa ricorda S.Bernardette, una giovane che ha dovuto lottare contro coloro che la credevano pazza o fanatica, colei che Maria aveva scelto per sostenere il popolo francese in un momento di grande difficoltà e scoraggiamento. Non si è mai tirata indietro perché sapeva che Maria era con Lei.

Il Signore ha mandato sua mamma perché il mondo ha sempre bisogno della carezza di una mamma.

Tutte le volte che a causa della fede in Gesù prendi uno schiaffo, ricordati delle carezze di Maria e tutto sarà meno difficile. Abbiamo bisogno di Cristiani veri, che sono disposti anche a lottare per difendere i valori che Gesù ci ha insegnato.

S.Bernardette prega per noi.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: