spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘Leon Bloy’

Buona Pasqua


Lo riconosco, o Gesù, la vostra morte ha distrutto in me il peccato. La vostra resurrezione mi ha liberato dal sepolcro dei vizi, dove dormivo da tanto tempo nel sonno della morte.

(Léon Bloy)

Oggi respiro la freschezza di un nuovo giorno, mi sento leggero, mi sento tornare in vita, non sono più avvolto dall’aria viziata del sepolcro dei miei limiti, oggi sono un uomo nuovo…
Tutto ciò che era morto nel mio cuore prende vigore, le gemme di una nuova esistenza si chiamano Speranza e Gratitudine… dovessi cadere di nuovo nei sepolcri delle mie mancanze, dei miei limiti, c’è sempre Lui che con tutto l’amore possibile è pronto a ripartire, a rotolare la pesante pietra per fare entrare aria nuova, aria che mi parla di vittoria, di ritorno alla vita!

È ora di destarci dal sonno della morte e del peccato….Buona Pasqua a tutti…

Annunci

Attendo ancora Qualcuno

avvento
Mi sento indicibilmente solo e so in anticipo
che non avrò neanche un secondo per precipitarmi nell’abisso di luce…
Ma voglio ancora sperare.
Attendo ancora Qualcuno.
Qualcuno di molto povero, molto conosciuto e molto grande.
Qualcuno deve venire,
Qualcuno che io sento galoppare sul fondo degli abissi
deve venire, in modo inaudito.

(Léon Bloy)

L’Attesa si fa breve… molto presto Qualcuno verrà ad illuminare coloro che sono nelle tenebre.

La tristezza di non esser santi

Ero un giovane, in ricerca della mia strada… nel mio cammino molte persone mi hanno affiancato, aiutato, sostenuto e una di queste è Gabriele, adesso mio confratello, nasciamo dalla stessa parrocchia, alla stessa ombra di un albero santo, il nostro Don, che adesso ci sostiene dal cielo (Buona festa Don!). Mentre metto un po’ a posto la mia libreria, spunta un libro di Leon Bloy “ La tristezza di non esser santi”. Una dedica di Gabriele datata 12-06-2003. Non avevo ancora deciso della mia vita…

Oggi voglio condividere con voi un bel pensiero di questo scrittore per meditare bene, questa solennità di tutti i santi e per non scoraggiarci troppo delle nostre debolezze…

Esiste una sola tristezza al mondo : quella di non esser santi. Noi crediamo che la tristezza dipenda esclusivamente da ciò che non abbiamo. In realtà la nostra infelicità dipende da ciò che non siamo, da ciò che abbiamo paura di essere.

Essere santi innanzitutto è essere felici!!! Perché quando si ama Gesù prima di tutto il resto, il cuore non è mai triste.

I Santi sono coloro che più di tutti hanno detto di sì all’amore di Gesù… la nostra debolezza umana invece fa esperienza di tanti no detti al Signore, noi allora ci scoraggiamo, ma lui non si scoraggia e aspetta ogni giorno i nostri Sì, capaci di cancellare i no precedenti.
Buona festa dei Santi a tutti, non siate tristi, siate Santi!!!

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: