spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘ipocrisia’

Cristiani di facciata

La vera religiosità è una vita nascosta nel cuore; sebbene essa non possa esistere senza le azioni, queste sono per lo più azioni segrete: segrete opere di carità, segrete preghiere, segrete rinunce, segrete lotte, segrete vittorie.

(John Henry Newman)

Esistono cristiani di facciata, quelli che sono più attenti agli occhi dei fratelli piuttosto che al loro cuore.

Annunci

L’apparenza inganna

Una bella apparenza dura pochi decenni, ma una bella personalità, dura per tutta la vita.

Dal Vangelo di oggi (Lc 11,42-46)

In quel tempo, il Signore disse: «Guai a voi, farisei, che pagate la decima sulla menta, sulla ruta e su tutte le erbe, e lasciate da parte la giustizia e l’amore di Dio. Queste invece erano le cose da fare, senza trascurare quelle. Guai a voi, farisei, che amate i primi posti nelle sinagoghe e i saluti sulle piazze. Guai a voi, perché siete come quei sepolcri che non si vedono e la gente vi passa sopra senza saperlo». Intervenne uno dei dottori della Legge e gli disse: «Maestro, dicendo questo, tu offendi anche noi». Egli rispose: «Guai anche a voi, dottori della Legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito!».

Essere cristiani non è apparire, ma servire.
L’apparenza inganna prima di tutto noi stessi, perché a forza di apparire migliori agli occhi degli altri non piacciamo più a noi stessi. Perché facciamo della nostra identità qualcosa che non ci appartiene più.

Crea in me, o Dio, un cuore puro

Dal Vangelo di oggi (Mc 7,1-8.14-15.21-23)

In quel tempo, si riunirono attorno a Gesù i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme.
Avendo visto che alcuni dei suoi discepoli prendevano cibo con mani impure, cioè non lavate – i farisei infatti e tutti i Giudei non mangiano se non si sono lavati accuratamente le mani, attenendosi alla tradizione degli antichi e, tornando dal mercato, non mangiano senza aver fatto le abluzioni, e osservano molte altre cose per tradizione, come lavature di bicchieri, di stoviglie, di oggetti di rame e di letti –, quei farisei e scribi lo interrogarono: «Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani impure?».
Ed egli rispose loro: «Bene ha profetato Isaìa di voi, ipocriti, come sta scritto:
Questo popolo mi onora con le labbra,
ma il suo cuore è lontano da me
.
Invano mi rendono culto,
insegnando dottrine che sono precetti di uomini”.
Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini».
Chiamata di nuovo la folla, diceva loro: «Ascoltatemi tutti e comprendete bene! Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro». E diceva [ai suoi discepoli]: «Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi, adultèri, avidità, malvagità, inganno, dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose cattive vengono fuori dall’interno e rendono impuro l’uomo».

Un mucchio di letame coperto da un preziosissimo telo di seta ricamato, rimane sempre un mucchio di letame!

La purezza non è una corazza da indossare… la purezza è una sorgente da scoprire.

Crea in me, o Dio, un cuore puro…rinnova in me uno spirito saldo! Dice il salmo 50. Più che le mani, dobbiamo impegnarci ad avere un cuore pulito.

Quali sono le macchie che rendono il nostro cuore impuro? Ce lo dice il Vangelo di oggi:

Furti, omicidi, adultèri, avidità, malvagità, inganno, dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza.

Molti di questi non sono in sintonia con la Verità, con la sincerità. Molti pregano Dio con le labbra, ma il loro cuore rimane freddo, spento, senza vita..

Non sforziamoci di apparire migliori agli occhi dei fratelli..sforziamoci di apparire migliori agli occhi di Dio.

Un gesto d’amore nascosto fa molta luce nel cuore di chi lo riceve.

Aiutaci Signore sempre più ad essere Cristiani autentici, con un cuore semplice, capace di amare, di perdonare. Un cuore che non si spaventi dei propri limiti, un cuore che senta sempre il desiderio di purezza, il desiderio di battere per i fratelli, il desiderio assoluto della Verità e della Giustizia.

Non apparire, ma servire

Dal Vangelo di oggi (Mt 6,1-6.16-18)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli. Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. E quando pregate, non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipocriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

Essere lodati dalla gente…
Gesù se la prende con gli attori della fede… coloro che per sembrare migliori agli occhi dei fratelli inscenano la vita del perfetto credente….ma nel loro cuore c’è solo ipocrisia.

“Voi mi lodate con la lingua, ma il vostro cuore è lontano da me”… Gesù conosce bene i nostri cuori, ai suoi occhi non conta chi da di più o di meno… ai suoi occhi conta chi da tutto!

Vi sono molti esempi… Gesù infatti loda l’offerta povera della vedova al tempio… loda il peccatore che si batte il petto. Gesù che è via, verita e vita loda le persone Vere!

La vita insieme a Gesù non è apparire, ma servire!