spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘I Domenica di Quaresima (C)’

I Domenica di Quaresima (C)


Essere per se stessi o per gli altri?

Dal Vangelo di oggi (Lc 4,1-13)

In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni, tentato dal diavolo. Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati, ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Non di solo pane vivrà l’uomo”». Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un istante tutti i regni della terra e gli disse: «Ti darò tutto questo potere e la loro gloria, perché a me è stata data e io la do a chi voglio. Perciò, se ti prostrerai in adorazione dinanzi a me, tutto sarà tuo». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto”». Lo condusse a Gerusalemme, lo pose sul punto più alto del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù di qui; sta scritto infatti: “Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo affinché essi ti custodiscano”; e anche: “Essi ti porteranno sulle loro mani perché il tuo piede non inciampi in una pietra”». Gesù gli rispose: «È stato detto: “Non metterai alla prova il Signore Dio tuo”». Dopo aver esaurito ogni tentazione, il diavolo si allontanò da lui fino al momento fissato.

Gesù usa i suoi poteri per se stesso? O per mettersi a servizio della volontà del Padre?

Quello che vive oggi Gesù nel deserto si ripresenta a lui sulla croce… la folla grida “Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso”.

Il Tentatore cerca in tutti i modi di distoglierlo dalla sua missione, quella di salvare il mondo!

Gesù non trasforma il pane per sé ma diventa pane per noi!

Gesù non vuole un potere che non venga da suo Padre. A che servirebbe tutto il potere del mondo senza l’amore?

Gesù non deve provare l’amore del Padre, Gesù non lo sfida perché si fida!

Anche noi non dobbiamo cedere alle lusinghe del mondo, ma fare la volontà del Padre, usare i nostri doni per gli altri!

Questo cammino di Quaresima ci aiuti a capire che siamo salvi solo se riusciamo a non pensare sempre e solo a noi stessi, ma aprendoci agli altri scopriamo il senso della nostra esistenza.

Cercare la felicità altrove


I Domenica di Quaresima (C)

Vangelo di oggi (Lc 4,1-13)

In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni, tentato dal diavolo. Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati, ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Non di solo pane vivrà l’uomo”». Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un istante tutti i regni della terra e gli disse: «Ti darò tutto questo potere e la loro gloria, perché a me è stata data e io la do a chi voglio. Perciò, se ti prostrerai in adorazione dinanzi a me, tutto sarà tuo». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto”». Lo condusse a Gerusalemme, lo pose sul punto più alto del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù di qui; sta scritto infatti: “Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo affinché essi ti custodiscano”; e anche: “Essi ti porteranno sulle loro mani perché il tuo piede non inciampi in una pietra”». Gesù gli rispose: «È stato detto: “Non metterai alla prova il Signore Dio tuo”». Dopo aver esaurito ogni tentazione, il diavolo si allontanò da lui fino al momento fissato.

La vera tentazione che Gesù subisce è quella di trovare la felicità al di fuori di Dio Padre.

Per meditare bene questa tentazione, mi lascio aiutare dalla famosa storia di pinocchio!

Il burattino che invece di rimanere con il Padre che lo ha creato con amore, va in cerca della felicità altrove, lontano da Geppetto.

Dove gli promettono cibi succulenti (paese dei balocchi)

Dove gli promettono ricchezze (i soldi seminati nel campo de’ miracoli)

Dove gli promettono una falsa libertà!

Anche voi volete rimanere burattini nelle mani del mondo?

Dobbiamo stare attenti alla trappola di una felicità che si può ottenere senza fatica! Senza gli altri!

Il primo passo che dobbiamo fare in questi primi giorni di Quaresima è un passo di liberazione!

Quali tentazioni ci legano il cuore e non ci lasciano liberi di amare i fratelli come ci chiede il Signore?

Cerchiamo la felicità dove si lascia trovare: nell’incontro gioioso con Gesù.

Un incontro che Lui prepara tutti i giorni…

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: