spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘Gesù bambino’

Nelle sue manine

photo_79

Quando il Dio-Bambino, che nelle sue Manine teneva il Mondo intero, le protese compassionevole alla Madre, terra e cielo si fermarono in somma venerazione. Quando colui che era venuto a scaldare con il suo amore tutte le creature assiderate dal freddo della morte si scaldava al fiato del bue e dell’asino legati nella stalla, anche gli alberi vegliavano.
(Pavel Aleksandrovič Florenskij)

Fermiamoci un po’ davanti al presepio vegliamo e veneriamo quel bimbo che scalda i cuori.

Annunci

Fermarsi a contemplare


Il Natale è fermarsi a contemplare quel Bambino, il Mistero di Dio che si fa uomo nell’umiltà e nella povertà, ma è soprattutto accogliere ancora di nuovo in noi stessi quel Bambino, che è Cristo Signore, per vivere della sua stessa vita, per far sì che i suoi sentimenti, i suoi pensieri, le sue azioni, siano i nostri sentimenti, i nostri pensieri, le nostre azioni. Celebrare il Natale è quindi manifestare la gioia, la novità, la luce che questa Nascita ha portato in tutta la nostra esistenza, per essere anche noi portatori della gioia, della vera novità, della luce di Dio agli altri.
(Papa Benedetto XVI)

Nel nostro presepio, da tre giorni adagiato nella mangiatoia è apparso Gesù Bambino… Questa sera, fermiamoci un attimo davanti a Lui e contempliamo nel volto di quel bimbo tutto l’Amore che Dio ha per noi piccoli uomini. Piccoli uomini chiamati ad essere grandi nell’amore come Lui.

Il riflesso della tua bontà


Tutto quel che ha affascinato il mio sguardo in questo mondo, mio Dio, non è altro che il più povero e il più umile riflesso della tua Bontà.

(Charles de Foucauld)

La vera ricchezza del Natale è riscoprire la bontà del Signore, a pochi giorni dall’inizio del Giubileo della Misericordia, iniziamo ad assaporare quanto è dolce e tenero l’amore di quel bimbo che non vede l’ora di lasciarsi prendere in braccio per scaldare il nostro cuore, molte volte reso freddo dall’indifferenza di una vita alla ricerca della apparente felicità lontana da Dio.

Babbo Natale o Gesù Bambino?

Oggi la Chiesa fa memoria di San Nicola di Bari, conosciuto anche nel mondo extraecclesiale, perché a lui si rifà la figura di Babbo Natale. Ispirata dal vescovo che sempre si adoperò a donare ai più poveri beni di ogni necessità.

Ma ai bambini cosa dire? Esiste Babbo Natale?

Io dico sempre di sì ai bambini, credo sia un loro diritto credere a Babbo Natale, come sia un loro diritto conoscere Gesù e un dovere di noi adulti annunciarglielo.

Dico sempre a loro: “ Sapete come mai Babbo Natale ci porta i doni? Per ricordarci del più bel dono che abbiamo ricevuto: Gesù!!!”

A Natale non è Gesù a portare i doni, perché è lui stesso dono per noi!

Quindi viva Gesù e viva Babbo Natale (Santa Claus, un vescovo che ha servito i poveri, che bel dono, che bell’esempio!)