spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘G.M.G’

Lasciare un’impronta

IMG_2549
Questa settimana voglio condividere con voi gli appunti presi alla G.M.G.

Inizio con un breve pensiero preso dal discorso di Papa Francesco alla Veglia di sabato sera al Campus Misericordiae.

Cari giovani, non siamo venuti al mondo per “vegetare”, per passarcela comodamente, per fare della vita un divano che ci addormenti; al contrario, siamo venuti per un’altra cosa, per lasciare un’impronta. E’ molto triste passare nella vita senza lasciare un’impronta. Ma quando scegliamo la comodità, confondendo felicità con consumare, allora il prezzo che paghiamo è molto ma molto caro: perdiamo la libertà. Non siamo liberi di lasciare un’impronta. Perdiamo la libertà. Questo è il prezzo. E c’è tanta gente che vuole che i giovani non siano liberi; c’è tanta gente che non vi vuole bene, che vi vuole intontiti, imbambolati, addormentati, ma mai liberi. No, questo no! Dobbiamo difendere la nostra libertà!

Chi vuole bene ai giovani, deve tenerli vivi, accessi… è questa la fatica che dobbiamo fare noi educatori!
Mi ha davvero riempito il cuore vedere tanti miei confratelli preti, non più giovani, sopportare la fatica di una G.M.G. per far vivere ai propri ragazzi un’esperienza indelebile… per accendere un fuoco nel loro cuore…
Adesso il compito è quello di tenere sempre acceso questo cuore che tanta gente vuole invece che rimanga spento.

Annunci

Lottare contro i pregiudizi


Ieri siamo arrivati in Polonia, per vivere insieme a tanti giovani l’esperienza della G.M.G.
La prima tappa del nostro pellegrinaggio è stato il campo di concentramento di Auschwitz. Mi ha impressionato quel silenzio assordante, molti avrebbero volentieri voluto chiudere gli occhi, di fronte a tanta cattiveria… invece dobbiamo tener gli occhi ben aperti, per vedere il disastro che l’uomo può combinare, quando reputa la vita di un altro uomo senza valore!

Sono d’accordo con le parole del papà di Anna Frank, non possiamo cambiare quello che è successo, ma possiamo e dobbiamo impegnarci perché mai più succeda che l’uomo possa distruggere l’uomo.
Non possiamo più cambiare quello che è avvenuto. L’unica cosa che possiamo fare è imparare dal passato e comprendere cosa voglia dire discriminare e perseguitare persone innocenti. Sono convinto che ognuno di noi abbia il dovere di lottare contro i pregiudizi”.
(Otto Frank)

Per tutte le vittime innocenti, di ieri e di oggi.
Per tutti coloro che sono perseguitati a causa della loro posizione sociale, della loro religione, del colore della pelle…

Si parte!


Oggi con i ragazzi della mia parrocchia e altri giovani della mia diocesi, parto per Cracovia, per vivere insieme a loro la Giornata Mondiale della Gioventù.
Ecco qui il link del messaggio del Papa per la XXXI G.M.G. link

La preghiera di Santa Faustina che Papa Francesco ha consigliato ai giovani:

«Aiutami, o Signore, a far sì che…
i miei occhi siano misericordiosi, in modo che io non nutra mai sospetti e non giudichi sulla base di apparenze esteriori, ma sappia scorgere ciò che c’è di bello nell’anima del mio prossimo e gli sia di aiuto…
il mio udito sia misericordioso, che mi chini sulle necessità del mio prossimo, che le mie orecchie non siano indifferenti ai dolori ed ai gemiti del mio prossimo…
la mia lingua sia misericordiosa e non parli mai sfavorevolmente del prossimo, ma abbia per ognuno una parola di conforto e di perdono…
le mie mani siano misericordiose e piene di buone azioni…
i miei piedi siano misericordiosi, in modo che io accorra sempre in aiuto del prossimo, vincendo la mia indolenza e la mia stanchezza…
il mio cuore sia misericordioso, in modo che partecipi a tutte le sofferenze del prossimo»

Un cuore misericordioso


Oggi la Chiesa fa memoria del Beato Piergiorgio Frassati.

Saranno esposte alla venerazione dei giovani, a Cracovia, le sue reliquie, in occasione della 31.ma Giornata mondiale della gioventù, in programma nella città polacca a fine mese. Papa Francesco, nel messaggio rivolto ai giovani in vista della Gmg, li ha esortati a seguire l’esempio del Beato Frassati.

Pier Giorgio era un giovane che aveva capito che cosa vuol dire avere un cuore misericordioso, sensibile ai più bisognosi, a loro dava molto più che cose materiali: dava se stesso, spendeva tempo, parole, capacità di ascolto. Serviva i poveri con grande discrezione, non mettendosi mai in mostra”.
(Papa Francesco)

San Giovanni Paolo II

Oggi ricorre l’anniversario della morte di Papa Giovanni Paolo II, nonostante siano passati solo undici anni, la Chiesa lo venera come santo.

Ero a Roma in quei giorni, e ricordo il fiume di persone che andò a rendergli omaggio.

Quest’anno molti giovani si preparano alla Giornata Mondiale della Gioventù, nella sua terra: la Polonia.

Oggi condivido con voi questo suo profondo pensiero:

Vi confesso con semplicità che provo vero turbamento per il futuro del mondo quando noto generazioni giovani incapaci di amare veramente o che riducono il loro donarsi allo scambio di gratificazione tra eguali, incapaci di vedere nella sessualità una chiamata, un invito ad un amore più alto e universale.

La memoria liturgica è il 22 ottobre, ricorda l’inizio del suo pontificato (22-10-1978)