spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘esserci’

Farsi dono


La maniera in cui si dona vale più del dono stesso
(Pierre Corneille)

Ci sono regali che non hanno l’anima, quelli che ricevi dalle persone che si sentono in dovere di fartelo, e quasi sempre non ci mettono niente di loro.

Poi ci sono quei regali che dicono qualcosa di chi te li ha donati. Quelli pensati, quelli fatti apposta per te…

L’importante non è il dono che ricevi, ma colui che te lo dona.

E il dono più bello che puoi ricevere da una persona è la sua presenza, il suo esserci per davvero!

Esserci


Eccomi, Eccoti, Eccolo
Eccoci, Eccovi, Eccoli
Strano e gratuito come ogni dono
Eccomi qui: io ci sono
Solo da solo io non ci sarei
Eccoti qui: tu ci sei
Si apre lo spazio che c’è fra me e te
Eccolo, eccola: c’è
Altri che vengono, se io li chiamo
Eccoci: ora ci siamo
Nodi diversi di una sola rete
Eccovi tutti, ci siete
Ma l’orizzonte è sempre più in fondo
Eccoli, eccole: il mondo

(Bruno Tognolini, “Rime Raminghe”)

Quanto è importante esserci, per me, per te, per tutti!

Non lasciamo che al mondo manchi la nostra preziosa presenza.

Esserci

Per rendere felice una persona bisogna esserci.

Thich N. Hanh

Alcune volte ci si chiede “ cosa possa fare per quella persona?” quando invece bisognerebbe chiedersi “ chi posso essere per quella persona?”

La presenza è il dono più bello da fare alle persone che amiamo.

Condivido una breve storiella, magari la conoscete già, ma rende l’idea di ciò che ho scritto sopra:

Figlio: “Papà, posso farti una domanda?”.
Papà: “Certo, di cosa si tratta?”.
Figlio: “Papà, quanti soldi guadagni in un’ora?”.
Papà: “Non sono affari tuoi. Perché mi fai una domanda del genere?”.
Figlio: “Volevo solo saperlo. Per favore dimmelo, quanti soldi guadagni in un ora?”.
Papà: “Se proprio lo vuoi sapere, guadagno $100 in un ora”.
Figlio: “Oh! (con la testa rivolta verso il basso).
Figlio: “Papà, mi presteresti $50?”.
Il padre si infuriò.
Papà: “La sola ragione per cui me lo hai chiesto era per chiedermi in prestito dei soldi per comprare uno stupido giocattolo o qualche altra cosa senza senso, adesso tu fili dritto per la tua stanza e vai a letto.
Pensa al perché stai diventando così egoista. Io lavoro duro ogni giorno per questo atteggiamento infantile.

Il piccolo bambino andrò in silenzio nella sua stanza e chiuse la porta.
L’uomo si sedette e diventò ancora più arrabbiato pensando alla domanda della ragazzo. Come ha avuto il coraggio di farmi una domanda simile solo per avere dei soldi?
Dopo un ora o poco più, l’uomo si calmò, e cominciò a pensare:
Forse c’era qualcosa di cui aveva davvero bisogno di comprare con $50, non chiede dei soldi molto spesso.
L’uomo andò nella stanza del piccolo bambino e aprì la porta.

Papà: “Stai dormendo, figlio?”.
Figlio: “No papà, sono sveglio”.
Papà: “Stavo pensando, forse sono stato troppo duro con te prima. È stato un giorno faticoso per me oggi e mi sono scaricato su di te. Questi sono i $50 che mi hai chiesto”.

Il piccolo bambino si sedette subito e cominciò a sorridere.
Figlio: “Oh, grazie papà!”
Dopo, da sotto il suo cuscino ha tirato via delle banconote stropicciate. L’uomo vide che il bambino aveva già dei soldi, e inizio ad infuriarsi di nuovo. Il piccolo bambino iniziò lentamente a contare i suoi soldi, e dopo guardò il padre.

Papà: “Perché vuoi altri soldi se ne hai già”?.
Figlio: “Perché non ne avevo abbastanza, ma adesso si”.
“Papà, ho $100 adesso. Posso comprare un ora del tuo tempo? Per favore vieni prima domani. Mi piacerebbe cenare con te.”