spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘Domenica delle Palme’

Domenica delle Palme


Nella processione della Domenica delle Palme ci associamo alla folla dei discepoli che, in gioia festosa, accompagnano il Signore nel suo ingresso in Gerusalemme. Come loro lodiamo il Signore a gran voce per tutti i prodigi che abbiamo veduto. Sì, anche noi abbiamo visto e vediamo tuttora i prodigi di Cristo: come Egli porti uomini e donne a rinunciare alle comodità della propria vita e a mettersi totalmente a servizio dei sofferenti; come Egli dia il coraggio a uomini e donne di opporsi alla violenza e alla menzogna, per far posto nel mondo alla verità; come Egli, nel segreto, induca uomini e donne a far del bene agli altri, a suscitare la riconciliazione dove c’era l’odio, a creare la pace dove regnava l’inimicizia.

(Papa Benedetto XVI)

È un prodigio vedere molti fratelli compiere lo stesso cammino di Gesù: Donare la propria vita!

Annunci

Inizia la Settimana Santa

Tu O Cristo Dio nei cieli stai sul tuo trono ed oggi tra di noi cavalchi un puledro d ‘asino.Ed ora gli Angeli e i fanciulli ti acclamano Benedetto sei tu Cristo Dio che vieni a calpestare la morte e a rialzare Adamo caduto.
(Tropario della Domenica delle Palme)

Vieni a calpestare la morte…

Appena letta questa frase, mi è venuta in mente Maria, che con il calcagno schiaccia la testa del serpente, simbolo del peccato.
Così Gesù inizia il suo cammino trionfale, sorprendendo tutti, fino a salire sulla croce! Per abbracciare grazie alla morte, tutti i morti e riportarli in vita!
Sempre di più in questa settimana i nostri passi devono seguire quelli di Gesù, dobbiamo calpestare la morte e il peccato, per risorgere insieme a Lui a vita nuova. Come ha fatto Maria.

Domenica delle Palme

Tu O Cristo Dio nei cieli stai sul
tuo trono ed oggi tra di noi cavalchi
un puledro d’asino. Ed ora gli Angeli
e i fanciulli ti acclamano:
Benedetto
sei tu Cristo Dio che vieni
a calpestare la morte e
a rialzare Adamo caduto
Nel mistero del nostro santo battesimo
siamo stati sepolti insieme con Te
o Cristo Dio ed ora per la tua santa e gloriosa resurrezione veniamo chiamati
alla vita eterna nella tua dimora.
A Te allora cantiamo
Osanna nel più alto dei cieli,
benedetto colui che viene
nel nome del Signore
Per confermare la nostra comune
resurrezione prima della tua morte
hai risuscitato dai morti Lazzaro o Cristo Dio .
E noi come i fanciulli portando palme e rami,simboli della vittoria a Te che sei
il vincitore della morte cantiamo:
Osanna nel più alto dei cieli, benedetto colui
che viene nel nome del Signore.

(Dalla liturgia Cristiana Ortodossa)