spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Articoli con tag ‘dolore’

L’amaro che avvelena il cuore

Il mezzo più efficace per raddolcire le amarezze di un misero, è farlo parlare. Parlando, egli corre subito alle sue pene e alle sue miserie, perché la lingua batte dove il dente duole; e narrando i dispiaceri, manda fuori I ‘amaro che gli avvelena il cuore.

(Don Luigi Martini)

Credo che sia importantissimo, che ci siano nel mondo persone capaci di ascolto. Perché molti cuori rimangono annegati nel dolore, nella disperazione di non sopportare una vita che spesso si fa troppo dura.

Ascoltare è uno dei gesti concreti dell’amore.

Chi non ha tempo di ascoltare, non ha tempo di amare.

Ascoltare il dolore degli altri


Ascoltare nell’altro ciò che gli fa male di se stesso. Cercare di capire quel che sta sotto il suo cuore. E a poco a poco, anche in una terra travagliata dalle prove, si percepisce la speranza di Dio, o almeno la bella speranza umana.

(Frère Roger Schutz)

Il dolore, anche il più tremendo non è immune alla luce della Speranza!

Giudicare


Chi cerca la verità nell’uomo deve farsi padrone del suo dolore.
(Georges Bernanos)

Non puoi giudicare un uomo, senza prima aver conosciuto tutto quello che ha sofferto.

Il pianto non fa più piangere


Vi fu un tempo in cui le lacrime mi spezzavano il cuore e mi facevano piangere. L’uomo che non si commuove più davanti a un pianto qualsiasi può anche domandarsi se non sia diventato insensibile. Quanto è doloroso il passaggio dal cuore tutto preso dalla superficialità dell’immediato al cuore che si sveglia alla desolazione profonda! È il passaggio dal sentimento inefficace alla sensibilità impaziente di tradursi in atto di compassione.

(Jean Cardonnel)

 

Può il pianto di un nostro fratello caduto in disgrazia lasciarci indifferenti?

Purtroppo si, è la malattia dei nostri tempi, il virus dell’indifferenza, dell’individualismo…

Non percepiamo più il mondo come una comunità di fratelli.

Fa Signore che le lacrime dei miei fratelli accendano il mio cuore e bagnino i miei occhi…
Tienimi lontano dal virus dell’indifferenza, tienimi il cuore allenato, mandami sempre lacrime da asciugare, fratelli da amare…

Il dolore degli altri


L’imperfetto nella medicina è che non si può prender su di sé quel dolore che tocca agli altri.
(Adrienne von Speyr)

Molte volte quando siamo accanto alle persone che più amiamo e queste soffrono, vorremmo davvero soffrire noi al posto loro…ma il limite della nostra condizione umana non ce lo permette.

Ci è permesso però di alleviare il dolore dei nostri fratelli con la nostra presenza, perché non c’è male peggiore che soffrire da soli!

Molte volte mi chiedono “Don come mi devo comportare?” e io dico sempre che ciò che più conta è la presenza, esserci, ogni giorno… perché con gli ammalati il giorno prende un senso diverso, con gli ammalati un giorno può valere una vita intera!

Quando hai paura di perdere una persona..non avere paura di perdere del tempo con lei, perché il tempo perso sarebbe quello non speso accanto al suo letto.

Signore ti prego per tutte quelle persone che soffrono perché hanno una persona ammalata da curare, da amare facendo i conti con la propria fragilità, la stanchezza e la disperazione. Sostienile con il tuo amore e dona la forza di stare accanto a chi soffre.

Spine

Un modo molto importante per farci amico il dolore è farlo uscire dall’isolamento e condividerlo con qualcuno che può accoglierlo. (Henri Nouwen)

Alcune spine non riusciamo a togliercele da soli.