spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Archivio per 21/07/2019

XVI Domenica del Tempo Ordinario (C)


Fatica e non affanno

Dal Vangelo di oggi (Lc 10,38-42)

In quel tempo, mentre erano in cammino, Gesù entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo ospitò.
Ella aveva una sorella, di nome Maria, la quale, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola. Marta invece era distolta per i molti servizi. Allora si fece avanti e disse: «Signore, non t’importa nulla che mia sorella mi abbia lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma il Signore le rispose: «Marta, Marta, tu ti affanni e ti agiti per molte cose, ma di una cosa sola c’è bisogno. Maria ha scelto la parte migliore, che non le sarà tolta».

Per Gesù va bene la fatica ma non l’affanno.

Meglio la fatica dell’ascolto che l’affanno di avere tutto pronto per il Signore ma poi non essere pronte ad ascoltarlo.

Se ho uno spillo e lo uso per preparare il terreno per la semina, mi affanno per niente… uso male la fatica.

Se invece uso una zappa, la fatica rimane ma il risultato cambia.

I frutti del rapporto con il Signore stanno nell’ascoltarlo…

Ricordando che sono Beati coloro che ascoltano la Parola e la mettono in pratica.

Quindi non un ascolto che lascia inermi, ma che riempie il cuore e ci mette in movimento.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: