spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Archivio per 15/04/2019

Giovani, Speranza e gioia


Qualche tempo fa un amico mi ha chiesto che cosa vedo io quando penso a un giovane. La mia risposta è stata: «Vedo un ragazzo o una ragazza che cerca la propria strada, che vuole volare con i piedi, che si affaccia sul mondo e guarda l’orizzonte con occhi colmi di speranza, pieni di futuro e anche di illusioni. Il giovane va con due piedi come gli adulti, ma a differenza degli adulti, che li tengono paralleli, ne ha sempre uno davanti all’altro, pronto per partire, per scattare. Sempre lanciato in avanti. Parlare dei giovani significa parlare di promesse, e significa parlare di gioia. Hanno tanta forza i giovani, sono capaci di guardare con speranza. Un giovane è una promessa di vita che ha insito un certo grado di tenacia; ha abbastanza follia per potersi illudere e la sufficiente capacità per poter guarire dalla delusione che ne può derivare».

(Christus Vivit, 139)

Quando guardi un seme, potrebbe ingannarti vederlo così piccolo e fragile… da quel seme sappiamo però che potrà nascere qualcosa di grande.

Quando guardo un giovane devo sforzarmi di non lasciarmi ingannare dall’apparenza… devo abituarmi a vederlo incompleto e zoppicante… devo abituarmi ai suoi tempi di crescita… guai ad accelerare i tempi… anche il seme ha bisogno di tempo per diventare pianta… così i giovani hanno bisogno di tempo per diventare adulti. Anche se ci farebbe comodo il contrario. Ma anche per i frutti succede così…se si accelerano i tempi si guadagna in quantità forse… ma sicuramente si perde e di molto in qualità!

Così come il seme è nutrito dalla terra buona, il compito di noi educatori è quello di preparare ai nostri giovani un terreno buono, nutriente! E il terreno che ci propone il Vangelo è la Carità! Abituiamo i giovani ad essere per gli altri! Solo così capiranno il vero senso della vita. Solo così potranno mettere a servizio la loro tenacia! La loro brillantezza!

Molti giovani vengono soffocati da giudizi troppo severi, avvelenati da promesse fasulle, schiacciati da sensi di colpa.

Quando penso a un giovane, cerco di pensarlo come lo desidera il Signore e so che non ci può essere dono più grande!

Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: