spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Archivio per agosto, 2018

Il cibo buono


Il cibo è buono quando lo si mangia insieme agli altri, quando costruisce fraternità.

(Renato Kizito Sesana)

Il cibo migliore è quello che crea legami.

Così come il pane eucaristico che ci fa tutti fratelli.

Annunci

L’unica strada


L’unica strada per arrivare al cielo è camminare con i piedi per terra

(Papa Francesco)

Un cammino concreto… amare con i nostri limiti… camminare con il nostro passo… niente di impossibile… perché l’impossibile lo fa Dio quando noi facciamo tutto il possibile per camminare dove Lui ci chiede.

Libero Grassi


Ogni anno il 29 agosto, ho il desiderio di ricordare un uomo coraggioso, che ha avuto la forza di dire No alla mafia. Libero Grassi ha pagato con la vita questa voglia di giustizia e di libertà. Libero di nome e di fatto! Non si è lasciato imprigionare dalle catene mafiose… un grande esempio! Un grande uomo!
Vi consiglio di prendervi un po’ di tempo per vedere il film che racconta la sua incredibile storia.

Ecco il (link film)

Io non sono pazzo: non mi piace pagare. È una rinunzia alla mia dignità di imprenditore.

(Libero Grassi)

Sant’Agostino


Ci hai creati per Te, Signore, e inquieto è il nostro cuore fintantoché non trovi riposo in Te.

(Sant’Agostino di Ippona)

Si parte… per Lourdes


Questa mattina presto con una trentina di giovani della mia parrocchia e con tutta la diocesi partiamo per il pellegrinaggio annuale a Lourdes.

Gli ingredienti essenziali saranno la preghiera, il silenzio, la fatica, la gioia, il servizio e la condivisione…

A Maria affido questo pellegrinaggio, Lei che è pronta come sempre a donarci il suo tesoro più prezioso: Gesù… che incontreremo nell’ascolto della Parola, nell’Eucarestia e nel fratello sofferente.

XXI Domenica del Tempo Ordinario (B)


Parola di vita, parole di morte.

Dal Vangelo di oggi (Gv 6,60-69)

In quel tempo, molti dei discepoli di Gesù, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?». Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell’uomo salire là dov’era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono». Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre». Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui. Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

Pietro riconosce che la Parola di Gesù è la guida sicura del suo cammino.

La Parola del Signore è parola di vita… tanti invece ci offrono parole di morte, odio e indifferenza.

Aprire il Vangelo è accendere la luce nella nostra vita. Perché il Vangelo ci propone una vita luminosa, ci propone di sconfiggere le tenebre del male…

La Parola ci chiede di vivere concretamente l’amore con gesti concreti…

Tocca a noi scegliere: Parola di vita o parole di morte?

Cadere non è morire


Non permettere che le sconfitte e le delusioni

ti distraggano dal tuo cammino.

(Don Giorgio Basadonna)

Cadere non è morire, ma imparare a vivere… e si impara a vivere solo quando si è consapevoli che nella vita ci saranno molte cadute, l’importante è rialzarsi e continuare a camminare…

Perché la peggior caduta è quando non si ha più il desiderio di rialzarsi e continuare il cammino.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: