spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Archivio per luglio, 2017

Sant’Ignazio di Loyola

E’ dello spirito cattivo rimordere, rattristare, porre difficoltà e turbare con false ragioni, per impedire di andare avanti. E’ dello spirito buono dare coraggio ed energie, consolazioni e lacrime, ispirazioni e serenità, diminuendo e rimovendo ogni difficoltà, per andare avanti nella via del bene.

Sospinti dallo spirito buono, superiamo gli ostacoli che mette lo spirito cattivo.

C’è chi ci vuole fermi e c’è chi invece desidera vederci in cammino.

Annunci

XVII Domenica del Tempo Ordinario (A)


Qual è il tesoro per cui vale la pena spendere tutto?

Dal Vangelo di oggi (Mt 13,44-52)

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra. Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti. Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».

Ho pensato a quale fosse questo tesoro prezioso, che mi rende gioioso nel lasciare tutto il resto.

Ho capito che non lascio tutto per qualcosa, ma per Qualcuno.

Innanzitutto per Gesù, per cercare di vivere il Vangelo… solo così mi rendo conto che il tesoro più prezioso che ho sono le persone!

Il tesoro più prezioso per cui vale la pena spendere tutto sono proprio le persone!

Provate a chiedere ai genitori di un figlio ammalato… darebbero la loro stessa vita, per il figlio. Venderebbero tutto ciò che possiedono. Perché non c’è tesoro più grande che essere mamma e papà.

Conosco persone che per tantissimo tempo si sono presi cura dei genitori anziani e ammalati. Hanno speso il loro prezioso tempo, le loro risorse per questo atto d’amore. E la loro vita non è stata per niente sprecata! Perché chi si spende per qualcuno, non spreca nulla!

Il Regno non è fatto di castelli o di case… il regno è fatto di persone da amare!

Venga il tuo Regno Signore! Non manchino mai nella mia vita, persone da amare, persone per cui vale la pena spendere tutta la nostra esistenza!

Rocco Chinnici

Rocco Chinnici (Misilmeri, 19 gennaio 1925 – Palermo, 29 luglio 1983) è stato un magistrato italiano, una delle vittime di Cosa Nostra. È divenuto famoso per l’idea dell’istituzione del “pool antimafia”, che diede una svolta decisiva nella lotta alla mafia.

Parlare ai giovani, alla gente, raccontare chi sono e come si arricchiscono i mafiosi fa parte dei doveri di un giudice. Senza una nuova coscienza, noi, da soli, non ce la faremo mai.

(Rocco Chinnici)

Chinnici era un uomo semplice e schietto; il suo viso ricordava la Sicilia contadina, pulita; i suoi occhi esprimevano bontà grande, intelligenza e fermezza. Come Cesare Terranova, del fenomeno mafioso sapeva cogliere sempre e solo l’essenziale, senza vagare tra le nuvole di teorie astratte, improbabili e romanzesche o nello scetticismo interessato e mistificatorio. (Emanuele Macaluso)

Oggi il ricordo va a tutte quelle persone che hanno donato la vita per la lotta contro la mafia.

Il Circo della Farfalla

Oggi condivido con voi il cortometraggio che in assoluto mi ha più colpito, per come è stato girato e per lo splendido messaggio che lascia nel cuore di chi lo guarda.

Il vero spettacolo è capire che nessuno potrà mai toglierci la gioia di vivere!

Se non l’avete mai visto regalatevi questi minuti preziosissimi!

Il Circo della Farfalla

La piccola Speranza

La piccola speranza, che ha un aspetto proprio insignificante, pare trotterellare tra le sue grandi sorelle, la fede e la carità, ma in realtà è lei a trascinarle tutte con sé.

(Hans Urs von Balthasar)

La piccola Speranza, rende grandi la Fede e la Carità!

Aprite i vostri cuori

Con i giovani della mia parrocchia, stiamo vivendo una settimana visitando i luoghi più significativi della vita di San Francesco… Oggi lasceremo del tempo di silenzio e preghiera davanti alla sua tomba. Per affidare a San Francesco il nostro cammino di cristiani, per sentire sempre di più quel desiderio di svuotarci da noi stessi per riempire la nostra vita di Dio. E Per aprire i nostri cuori alla Grazia del Suo amore!

Guardate l’umiltà di Dio,
e aprite davanti a Lui i vostri cuori;
umiliatevi anche voi,
perché Egli vi esalti.
Nulla, dunque, di voi
tenete per voi,
affinché vi accolga tutti
Colui che a voi si dà tutto.

(San Francesco d’Assisi)

 

Chi si svuota di sé, si riempie di Dio; chi è pieno di sé, è vuoto di Dio.

Ciao Don

Ciao Don, sono ormai sei anni che vivi nell’abbraccio dell’Amore Eterno. Oggi per me non è un giorno come gli altri. Oggi è il giorno del grazie! Grazie al Signore per il dono della tua vita e del tuo ministero in mezzo a noi, alla nostra amata parrocchia del Villaggio. E grazie a te per l’esempio, per la preghiera che ancora adesso so che non mi fai mancare. Grazie perché per me non ci sono state le tenebre del dubbio… quando ho capito che il Signore mi chiamava al ministero ordinato, non è stato un salto nel buio… perché quando ho pensato di rispondere di sì al Signore, subito il mio cuore si è illuminato, ho pensato alla tua vita bella e azzeccata… e adesso eccomi qui, e mentre scrivo mi commuovo… perché sono davvero felice! Non cambierei neanche una virgola di questi anni vissuti da prete. Un giorno mi dicesti che una delle cose più belle del ministero è quando ti ho detto che entravo in seminario…avevi gli occhi brillanti! Come vorrei succedesse anche a me, come vorrei che qualche giovane nel cammino del mio ministero decidesse di entrare in seminario, sarebbe davvero bellissimo, ma so che i tempi del Signore, non sono i miei e aspetto con tanta speranza nel cuore.

Ciao Don da lassù prega sempre per me, per il mio ministero, fa che sempre possa rimanere come tu mi hai sempre detto, “prete da cortile”, prete in mezzo alla gente. Perché è proprio la gente che mi circonda il dono più bello della mia splendida vita!