spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

adameva
Prendere o Lasciare

Prima Lettura (Gen 2,7-9; 3,1-7)

Il Signore Dio plasmò l’uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l’uomo divenne un essere vivente.
Poi il Signore Dio piantò un giardino in Eden, a oriente, e vi collocò l’uomo che aveva plasmato. Il Signore Dio fece germogliare dal suolo ogni sorta di alberi graditi alla vista e buoni da mangiare, e l’albero della vita in mezzo al giardino e l’albero della conoscenza del bene e del male.
Il serpente era il più astuto di tutti gli animali selvatici che Dio aveva fatto e disse alla donna: «È vero che Dio ha detto: “Non dovete mangiare di alcun albero del giardino”?». Rispose la donna al serpente: «Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, ma del frutto dell’albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: “Non dovete mangiarne e non lo dovete toccare, altrimenti morirete”». Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che il giorno in cui voi ne mangiaste si aprirebbero i vostri occhi e sareste come Dio, conoscendo il bene e il male».
Allora la donna vide che l’albero era buono da mangiare, gradevole agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch’egli ne mangiò. Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e conobbero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture.

Adamo ed Eva avevano tutto per la loro felicità, dovevano lasciare che il Signore riempisse la loro vita con tutti i doni che aveva preparato per loro.

Eppure anche quando hai tutto non è mai abbastanza…

prese del suo frutto e ne mangiò.

Ecco l’errore: prendere e non ricevere, pretendere e non ringraziare di ciò che si ha.

Il cammino da compiere in questa Quaresima da poco iniziata è quello di non cadere nella tentazione di una felicità a portata di mano, una felicità da “prendere”.

La vera felicità sta nell’accogliere i doni che Dio vuole riversare nei nostri cuori.

Cuori forse troppo pieni di altro, cuori che non hanno più spazio per Dio…
In questa Quaresima facciamo spazio a Lui…

Annunci

Commenti su: "I Domenica di Quaresima" (2)

  1. Paolo ha detto:

    Buongiorno, mi piacerebbe sapere l’origine dell’immagine di Adamo ed Eva. Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...