spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Archivio per 05/10/2016

Navigare serenamente


Naviga la barca della mia vita fra il buio e le ombre della notte e non vedo alcun approdo, Sono in balia del mare profondo. La più piccola tempesta potrebbe affondarmi, sprofondando la mia barca nel vortice delle onde, se non vegliassi su di me Tu stesso, o Dio, in ogni momento della mia vita, in ogni istante. In mezzo al rumoroso frastuono delle onde, navigo tranquillamente con fiducia, guardo avanti senza timore, come un bimbo, poiché Tu, o Gesù, sei la mia luce. Tutt’intorno orrore e spavento, ma la mia pace è più profonda della tempesta del mare, Perché chi è con Te, Signore, non perisce, me lo assicura il Tuo amore divino. Benché all’intorno sia pieno di pericoli, non li temo, perché guardo il cielo stellato e navigo con coraggio ed in letizia, come conviene ad un cuore puro. Ma soprattutto unicamente perché Sei Tu, o Dio, il mio timoniere, la barca della mia vita naviga così serenamente. Lo riconosco nella più profonda umiltà.
(Santa Maria Faustina Kowalska)

Qui si legge tutta la fragilità di una donna che rimane serena, perché si affida alla vigilanza di Dio.

Sentiamo tutti di essere fragili, nei confronti di una vita che spesso si fa dura e pesante… ma se vogliamo vivere con cuore sereno, dobbiamo affidare al Signore la nostra vita, lasciarci guidare da Lui, solo così non avremo paura di affondare.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: