spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Giorgiaaa


XXIV Domenica del Tempo Ordinario (C)

Dal Vangelo di oggi (Forma breve Lc 15, 1-10):

In quel tempo, si avvicinavano a Gesù tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano dicendo: «Costui accoglie i peccatori e mangia con loro».
Ed egli disse loro questa parabola: «Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va in cerca di quella perduta, finché non la trova? Quando l’ha trovata, pieno di gioia se la carica sulle spalle, va a casa, chiama gli amici e i vicini e dice loro: “Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora, quella che si era perduta”. Io vi dico: così vi sarà gioia nel cielo per un solo peccatore che si converte, più che per novantanove giusti i quali non hanno bisogno di conversione.
Oppure, quale donna, se ha dieci monete e ne perde una, non accende la lampada e spazza la casa e cerca accuratamente finché non la trova? E dopo averla trovata, chiama le amiche e le vicine, e dice: “Rallegratevi con me, perché ho trovato la moneta che avevo perduto”. Così, io vi dico, vi è gioia davanti agli angeli di Dio per un solo peccatore che si converte».

L’11 settembre ci ricorda sempre la tragedia delle torri gemelle ed è ancora sotto i nostri occhi il disastro del terremoto in centro Italia.

Una delle testimonianze che più mi ha commosso, è stata quella dei volontari che sono riusciti ad estrarre viva dopo molte ore una bambina. Hanno chiesto alla bambina: “come ti chiami?” e lei ha gridato fortissimo: “Giorgiaaa!”. Ha gridato la sua voglia di vita! Nonostante tutto parlasse di morte e distruzione ecco un grido carico di Speranza.

Così anche Gesù è pronto a venirci a prendere quando nei terremoti della nostra vita, rimaniamo imprigionati dalle macerie del peccato e della nostra fragilità.

E quando ci trova la felicità è davvero tanta! Come quella che si intravedeva negli occhi di quei soccorritori, dopo aver tirato fuori dalle macerie Giorgia.

Non disperare, Gesù è sempre pronto a venire a cercarti quando la vita ti scarica addosso tutta la sua durezza…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...