spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Gatte morte


Memoria di sant’Agnese, vergine e martire

Agnese ancora fanciulla, diede a Roma la suprema testimonianza di fede e consacrò con il martirio la fama della sua castità; vinse, così, sia la sua tenera età che il tiranno, acquisendo una vastissima ammirazione presso le genti e ottenendo presso Dio una gloria ancor più grande; in questo giorno si celebra la deposizione del suo corpo.

Oggi la Chiesa fa splendere la gloria di sant’Agnese una ragazzina di appena 13 anni.

Agnese è morta? No è viva! Nell’amore del Signore, nel ricordo della Chiesa…

Che tristezza invece vedere tante giovani fare le gatte morte… dare poco valore al dono del corpo, concedersi per soldi, per gioco, per scommessa, per evadere, solo per puro piacere.

E che tristezza sapere che molti ragazzi fanno di queste ragazze un trofeo da raccontare agli amici.

Aiutaci Signore a scoprire il vero valore di una vita affettiva che prima di tutto ci parli di dono e di rispetto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...