spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Oggi la Chiesa ricorda Santa Faustina, una delle figure da meditare, nell’esperienza che tantissimi giovani vivranno a Cracovia nell’incontro mondiale della Gioventù a fine Luglio con Papa Francesco.

Santa Faustina Kowalska (1905 – 1938)

Nacque nel 1905, terza dei dieci figli, in un piccolo paese Głogowiec della Polonia centrale. La sua famiglia era molto religiosa, ma povera. Frequentò solo tre classi della scuola elementare. Da bambina lasciò la casa paterna per lavorare come domestica e aiutare la famiglia.
All’età di sette anni si manifestò per la prima volta la sua vocazione alla vita consacrata. A diciotto anni chiese ai genitori di entrare in una congregazione, ma loro, avendo bisogno del suo aiuto nel mantenimento della famiglia, non acconsentirono. Faustina, volendo obbedire ai genitori, cercava di ignorare la voce di Dio. Nel suo Diario racconta come un giorno ebbe una visione di Gesù Flagellato che le disse: “Quanto tempo ancora ti dovrò sopportare? Fino a quando mi ingannerai?”. Dopo di che decise di intraprendere la vita religiosa. Nel 1925 fu ammessa nella Congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia a Varsavia prendendo il nome di Maria Faustina.
Faustina era mistica ed ebbe molte visioni di Gesù Cristo di cui possiamo leggere nel suo Diario che iniziò a redigere per ordine del suo confessore. Gesù le diede la missione di diffondere in tutto il mondo la verità sulla Divina Misericordia. Le trasferì la sua volontà di stabilire la Festa della Divina Misericordia da celebrare nella prima domenica dopo Pasqua. Chiese a Suor Faustina di dipingere un’immagine secondo una delle sue visioni con sotto la scritta “Gesù confido in te” desiderando che venisse venerata in tutto il mondo. Le dettò le parole di una preghiera, la “Coroncina alla Divina Misericordia”, assicurando che alle persone che l’avrebbero recitata durante la vita e nell’ora della morte sarebbe stata concessa la Sua Misericordia.
Santa Faustina Kowalska morì a Cracovia nel 1938 all’età di 33 anni, a causa della tubercolosi. Papa Giovanni Paolo II la proclamò santa nel 2000. La tomba con i suoi resti sono conservati nella chiesa del convento delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia di Cracovia. Oggi accanto alla chiesa si trova la nuova basilica – Santuario della Divina Misericordia.

Nonostante la mia grande miseria non ho paura di nulla, ma anzi spero di cantare eternamente il mio canto di lode. Nessuno, neppure il più miserevole, dubiti mai, finché vive, di poter diventare un grande santo. Perché grande è la potenza della grazia divina. (Santa Faustina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: