spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Archivio per 04/10/2015

Io per te, per gli altri, per sempre

Dal Vangelo di oggi (Mc 10,2-16)

In quel tempo, alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla». Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione [Dio] li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto». A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio». Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro.

Il progetto più grande di Dio è sicuramente quello che ha pensato per un uomo e una donna: che fossero una cosa sola.

Ogni cuore ne incontra un altro che lo completa per la felicità di tutti! Proprio così… l’amore di una famiglia non fa bene solo ai coniugi, ma a tutti coloro che si nutrono di quella fonte d’amore che sgorga dal cuore di chi ha fatto della propria unione un progetto per gli altri!

Due cuori che si incontrano, ma non incontrano gli altri finiscono con l’inaridirsi.

Quindi non io e te per sempre, ma io per te, per sempre!

Ecco il segreto della coppia! Essere per…l’altro essere per… gli altri.

Vi sono alcune coppie costruite sulla sabbia delle emozioni, senza una progettualità precisa. Finchè sto bene, va bene!

Purtroppo la piaga del “benesserismo”, miete molte vittime! Quando le cose non vanno bene..Chi me lo fa fare a stare con te…

Quando invece la coppia è costruita sulla roccia, cerca di rispondere ogni giorno al progetto di Dio, un progetto che ha come fondamento l’amore per gli altri.

Se Dio vi ha chiamati ad essere una cosa sola, lo ha fatto come dono ai fratelli! Ecco perché l’uomo non deve separare ciò che Dio ha unito…Lì c’è tutto l’amore che Dio offre al suo popolo, un amore fragile, ma completo…l’amore di un uomo e una donna, lo stesso amore che Gesù ha per la sua amata Chiesa.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: