spunti e riflessioni, per un giorno che sia davvero buono

Archivio per 25/06/2015

Quattro anni pieni

Quattro anni fa venivo ordinato prete!

Una vita piena! piena di doni innumerevoli che il Signore mi offre, per essere Sua presenza in mezzo ai fratelli.

Una vita piena di gioia, quando un fratello accoglie e respira la Misericordia del Signore.
Il luogo in cui più di tutti faccio esperienza di Resurrezione è il confessionale! Quante persone arrivano morte, affaticate da una vita troppo pesante, arrabbiate, deluse, disperate… dopo aver deposto grossi pesi nelle mani misericordiose del Signore, fin da subito, seguito da un pianto liberante torna nel viso un sorriso, una voglia di ripartire!

Una vita piena di nuovi amici, nati nel momento doloroso di un lutto. Poter annunciare che la morte non è la fine di tutto, è davvero un grande dono per noi sacerdoti, accompagnare i fratelli nel momento più buio della loro vita, è un compito davvero necessario, che a suo tempo porta frutti buoni.

Una vita piena di giovani, che ti offrono la loro frizzante presenza, presenza magnifica, presenza faticosa! Educare i giovani al servizio e al dono di sé è il nostro compito, in un mondo dove l’individualismo e il “benesserismo” cercano di farla da padroni.

Una vita piena di abbracci, di sorrisi, di lacrime asciugate, di ascolto…

Alcune volte chiedo al Signore di esser più santo, per essere un prete migliore! Ed ogni volta sbatto contro il muro dei miei limiti, dell’essere un uomo come tutti, non un uomo migliore, non uomo più capace…

Ecco il vero miracolo! Gesù ha scelto me uomo come tutti, così mi è più semplice capire la fatica dei miei fratelli a vivere il Vangelo, perché è la mia stessa fatica, una fatica buona se messa a disposizione del Signore, una fatica che per Grazia porta molto frutto.

Grazie Signore per il dono immenso della mia vita, suscita numerose vocazioni al ministero ordinato, perché mai manchi la Tua presenza in mezzo a noi.

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: